Vale solo ciò che muove i grandi numeri?

L’equilibrio è la capacità di percepire e adattare il movimento del corpo a dispetto della forza di gravità. Riesce a trovare se stesso solo colui che è squilibrato e riesce a rompere le maglie del potere invisibile del conformismo. Ci sentiremo inadeguati finché non daremo alla diversità la possibilità di essere valore.

Francesco Cuna, “recidivo”, acquerello su carta, 2020, 33×48 cm